Signore e Sovrano della mia vita,

allontana da me uno spirito di ozio,
di scoraggiamento, di brama di potere e di loquacità.

Concedi invece a me tuo servo
uno spirito di sapienza, di umiltà,
di pazienza e di amore.

Sì, Signore e Sovrano,
fammi vedere le mie colpe
e che non giudichi il mio fratello;
poiché tu sei benedetto nei secoli dei secoli. Amin.

— Preghiera quaresimale di sant’Efrem il Siro (306-373)

.

Qui si può leggere il Messaggio del Santo Padre Francesco per la Quaresima 2020.

mercoledì 26 febbraio 2020