Qualche tempo prima che lasciassimo Roma, la città fu illuminata in ogni dove per la festa dell’Immacolata Concezione. […] Ci fu, naturalmente, ogni sorta di addobbi e decorazioni, finanche quelli che per noi hanno associazioni quasi grottesche. Ci furono fuochi d’artificio; e io sono sempre stato amante dei fuochi d’artificio quanto un bambino o un cinese. E in nessun momento della mia vita ho mai trovato facile sostenere che l’amore per Maria sia un motivo meno degno che l’odio per Guy Fawkes.

— G. K. Chesterton, The Resurrection Of Rome, Part VI “The Holy Island”

.

Maria è forse meno degna
della spesa di fuochi artificiali e decorazioni
rispetto a qualunque altra ricorrenza, matrimoni inclusi?