“Siate pronti” non è una parola di ansia. Non è neppure una parola discriminante. È una parola realistica. Infatti, della nostra vita, di cui conosciamo l’inizio, non possiamo conoscere la fine, non ne conosciamo i tempi e soprattutto i modi. E dunque dobbiamo essere pronti. […]

Chiediamo che anche a noi sia concesso questo tempo, il tempo della preparazione. Essa deve avvenire ogni giorno, perché ogni giorno siamo messi davanti sl mistero della vita e della morte, del bene e del male. Ogni giorno dobbiamo dire sì a Dio che ci chiama.

— mons. Massimo Camisasca, Omelia per i funerali di don Sandro Spinelli, Mezzolombardo, 19 aprile 2021